Permessi legge 104 – Abusi e controlli

DiAdminStudio 2 mesi agoNo Commenti
Home  /  Legge 104  /  Permessi legge 104 – Abusi e controlli

Un tuo dipendente ha preso 1 giorno di permesso dal lavoro per assistere la madre malata e disabile, beneficiaria della legge 104.Invece il tuo dipendente va a fare shopping o va a giocare a tennis con gli amici.

Lo puoi denunciare?

Si, in quanto l’abuso dei permessi della legge 104 è reato. Esso comporta una denuncia con  responsabilità penale ed è anche causa di licenziamento.

feet-2522874_1920

Causa di licenziamento

L’uso improprio dei permessi legge “104” può legittimare il licenziamento da parte del datore di lavoro. Il lavoratore che usufruendo dei permessi della legge 104 del 1992 svolge attività diversa dall’assistenza al familiare disabile, arreca un danno sociale.

Abusando dei permessi il lavoratore fa gravare il costo sulla intera collettività, in quanto i permessi sono retribuiti in via anticipata dal datore di lavoro, sollevato successivamente dagli oneri ai fini contributivi dall’ente previdenziale. Inoltre ogni permesso richiesto costringe il datore di lavoro ad organizzare diversamente le turnazioni in azienda, penalizzando di fatto i colleghi di lavoro che lo devono sostituire.

Pertanto sussiste la giusta causa di licenziamento lì dove, anche a mezzo di un investigatore privato, si raccolgano concrete fonti di prova.

 

Chi può denunciare?

Sia il datore di lavoro tramite l’ausilio di un investigatore privato che un collega del beneficiario dei permessi della legge 104. Qualora venga colto in fallo, il beneficiario dovrà rispondere delle sue azioni, anche penalmente.

 

Controlli sul dipendente     

L’azienda può sottoporre a controlli il dipendente assente per i permessi della legge 104, facendolo pedinare da un’agenzia investigativa al fine di accertarne un eventuale abuso.Detto controllo viene effettuato al di fuori del luogo di lavoro in quanto non si tratta di un accertamento sull ’adempimento della prestazione lavorativa.

Categoria:
  Legge 104
questo articolo è stato condiviso 0 volte
 000
Di più su

 AdminStudio

  (1 articles)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico